Pensieri

Di pane e pazienza

Questi mesi mi hanno insegnato un nuovo tipo di pazienza, quella che profuma di pane, attesa, crescita. Una pazienza fatta di semplicità, farina, tentativi, errori, mani che si mettono in gioco.

Guardandomi indietro, ripercorrendo giorni, che continuano anche ora, impregnati di casa, sguardi alla finestra, silenzi, dolore, domande e tempo, mi accorgo che sono stati lievito per un animo segnato dalla frenesia e da richieste d’aiuto troppo a lungo ignorate e nascoste sotto un polveroso tappeto di scuse e distrazioni.

Ho imparato, per forza e necessità, a fare i conti con un fermi tutti di cui io non avevo colpa, ad accettare la stasi, a sfruttarla come molla di carica per il mio orologio futuro.

Ho avuto modo di riflettere sul concetto di responsabilità personale, sulle conseguenze delle azioni del singolo e di convincermi, ancora di più, di quanto siano importanti quei gesti che quotidianamente scegliamo di ripetere e di far diventare mattoni per costruire il nostro personale palazzo delle abitudini.

Ho provato a cercare dentro di me un punto fisso, quel famoso centro di gravità permanente, mentre tutto quanto intorno perdeva senso e confini. Ci sono riuscita?Forse si, forse no, ma sicuramente mi sono avvicinata a ciò che davvero reputo per me fondamentale.

Ho osservato, cimentandomi come tanti nell’arte della panificazione, che tutto, per realizzarsi, ha bisogno di un preciso giro di lancette, in ogni cosa c’è un impasto da idratare, da far riposare, a cui dedicare cura e amore. Un impasto che, nonostante l’impegno, può anche non dare i risultati sperati e chiedere di essere reinventato e utilizzato in modo nuovo perchè sbagliare e riprovare non sono sinonimo di fallimento.

Ho letto, tanto, trovando, ancora una volta, le parole giuste al momento giusto, ricordandomi che nessuno, al di fuori di noi, può determinare la nostra felicità e che, anche quando tutto sembra nero e impossibile, l’uomo può farsi forza con l’antico istinto ancestrale dell’adattamento e della resilienza.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...